Cosa dovete assolutamente visitare a Madrid in 3 giorni.

Appena arrivati a Madrid ci si accorge che è una città particolare: immensa ma facile da girare allo stesso tempo, piena di persone e turisti che affollano le viuzze del quartiere antico, ma anche le ampie strade dello shopping. Ed inoltre svettano imponenti magnifici palazzi che rendono grandiosa questa città.

Palazzo Reale e Cattedrale dell’Almudena

Come prima meta vi consiglio di recarvi presso Palazzo Reale che è stata la residenza reale da Carlo III fino ad Alfonso XIII e sebbene non sia la dimora del monarca attuale, viene utilizzato come edificio di rappresentanza. Se arrivate nel pomeriggio dopo le 16 la visita è gratuita, se no consultate il sito ufficiale: https://www.patrimonionacional.es/visita/palacio-real-de-madrid.

Palazzo Reale Madrid

Fu Filippo V a dare l’ordine di edificare l’attuale palazzo ed anche se il primo incaricato a costruire il palazzo fu Filippo Juvara, sarà il suo allievo Juan Bautista Sachetti, a finirlo dopo la morte del suo predecessore nel 1738.

Una curiosità: Carlo III noto con il soprannome di “il re sindaco” per le numerosissime riforme, fu il primo monarca ad abitare nel palazzo e a completarne la decorazione. I suoi successori, a cui si deve la creazione del Salone degli Specchi, aggiunsero degli oggetti decorativi.

Davanti a Palazzo Reale si trova la Cattedrale dell’Almudena che non potete assolutamente perdervi, perché contiene delle perle di impareggiabile bellezza. È dedicata alla patrona della città, la Virgen de la Almudena e fu addirittura consacrata da Giovanni Paolo II nel 1993, infatti nella piazzetta davanti alla Chiesa, possiamo ammirare una statua proprio del Papa.

All’interno si trovano l’altare della Virgen de la Almudena e la tomba della regina Mercedes d’Orléans, qui trasferita nel 2000 dall’Escorial. Vi consiglio di salire la rampa di scale per andare ad omaggiarla e poi scendere per ammirare la volta della cattedrale in stile spagnolo e superbamente dipinta. Inoltre visitate la piccola cappella in cui è possibile solo pregare, in cui sono rappresentate delle scene dalla vita di Gesù grazie a bellissimi mosaici, che sembrano quasi uscire dal muro come in

Mercado Central

Seconda meta da visitare in 3 giorni a Madrid è il Mercado Central che a differenza degli altri non contiene frutta, verdura o abbigliamento ma stand di tapas dolci o salate una più buona dell’altra, che potrete accompagnare con del vino o dell’ottima birra.

Plaza Mayor

Usciti dal mercato è ora di visitare la piazza più famosa di Madrid: Plaza Mayor. Pensate che fu costruita sulla superficie di un’antica piazza denominata Plaza del Arrabal, in cui era ubicato il mercato più popolare della città alla fine del XV secolo, fino a quando la corte di Filippo II si trasferì a Madrid.

Statua Filippo III Madrid

Nel centro della piazza si trova la statua dedicata a Filippo III, iniziata da Giambologna e poi terminata da Pietro Tacca. Anticamente era situata a Casa del Campo e fu la regina Isabella a portarla in questa piazza.

Casa della Pantelleria Madrid

È presente un altro edificio che dovete assolutamente ammirare, è la Casa della Panderia che si chiama così, perché fu la panetteria generale della città. La facciata contiene dei bellissimi dipinti di Carlos Franco, che ritraggono figure mitologiche come la dea Cibele, molto venerata qui a Madrid.

Puerta del Sol

Un’altra piazza principale è la Puerta del Sol dove si trovano 3 attrazioni da non perdere: il famoso Chilometro Zero ovvero il punto da cui partono le strade spagnole.

La statua dell’orso con il corbezzolo, che celebra  proprio questa pianta che, originaria dei dintorni di Madrid, fu usata nel ‘500 per curare la malaria.

Orso con il corbezzolo Madrid

Infine l’orologio della Casa De Correos, che ogni 31 dicembre festeggia l’arrivo dell’anno nuovo con i suoi dodici rintocchi a mezzanotte.

Da questa piazza partono tutte le strade commerciali della città, dove potrete trovare molti brand famosi e fare un po’ di shopping, se avete voglia.

Museo del Prado e Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía

Madrid è anche sede di due importantissimi musei: il Prado che è una delle pinacoteche più famose al mondo e contiene le opere dei maggiori artisti italiani, spagnoli e fiamminghi e poi il Il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía che è un museo d’arte moderna ed arte contemporanea, dedicato alla produzione artistica dall’inizio del Novecento ad oggi.

Parco del Buen Retiro

Se avete ancora un po’ di tempo, come ultima meta da visitare in 3 giorni, andate a passeggiare nel Parco del Buen Retiro, dove potrete vedere il Palazzo di Cristallo che fu costruito nel 1887 in occasione  dell’Esposizione delle isole Filippine.

Palazzo di Cristallo Madrid

È un edificio in metallo e cristallo realizzato da Ricardo Velázquez Bosco e davanti si trova un bellissimo lago artificiale, nel quale  si possono vedere degli esemplari di cipresso calvo delle paludi, il cui tronco e le radici si trovano sotto la superficie dell’acqua, molto suggestivo davvero.

Dove mangiare

Un’ultima informazione su dove mangiare. Io vi consiglio di andare o al Museo del Jamonche ha un buon rapporto qualità/prezzo.

Museo del Jamon Madrid

Oppure provate Sobrino de Botin che è il ristorante certificato più vecchio del mondo e dove potrete assaggiare dei buonissimi maialini e agnelli arrosto in stile castigliano. È un po’ caro, ma ne vale la pena!!

Condividi!